This website or third services uses cookies. Closing this banner or continuing navigation in any other way, you consent to the use of cookies.

  • info@qsinformatica.it
  • +39 0521 942366
Log in Register

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Telefono *
Ragione Sociale *
Email *
Verify email *
Captcha *

ODAAnche quest’anno non abbiamo mancato l’appuntamento con la conferenza annuale di ODA (Open Design Alliance), che si è svolta a Praga il 10 e 11 settembre scorso.

Open Design Alliance è un consorzio no-profit nato per fornire all’industria del CAD una soluzione aperta per l’interoperabilità del formato DWG.

L’idea alla base del progetto è garantire un futuro sicuro ai milioni di file prodotti in formato DWG (e altri formati) che circolano per il mondo. Questi file, infatti, sono troppo importanti per chi li ha prodotti e devono poter essere sempre accessibili. Negli anni ODA ha svolto un lavoro notevole, contribuendo al successo del formato DWG, rendendolo il formato standard nel mondo del CAD.

QS Informatica è membro ODA insieme ai maggiori player mondiali dell’industria del CAD. Questa partecipazione ci dà la possibilità di poter leggere e scrivere il formato DWG e garantire così ai nostri clienti prodotti e servizi di qualità spesso non raggiungibili con i prodotti disponibili sul mercato.

QS informatica utilizza estensivamente le tecnologie ODA in Data&Drawings, nelle conversioni da Inventor e Solidworks in DWG e nel visualizzatore DWG.

La partecipazione al consorzio ODA conferma l’impegno di QS Informatica nello sviluppo di strumenti sempre all’avanguardia nel campo della progettazione CAD e PDM-PLM.

Novità nel mondo DWG

Quest’anno ODA segna l’inizio di una nuova era per il formato DWG. Se nel corso degli anni scorsi lo scopo del consorzio è stato quello di rendere la maggior fedeltà grafica al formato DWG, da quest’anno ODA supera Autodesk stessa nello sviluppo del formato, introducendo nuove e uniche possibilità pur garantendo la perfetta compatibilità.

La prima funzionalità è l’introduzione di un controllo di versione nel formato DWG. Questo termine tecnico indica la possibilità di ottenere questi due importanti risultati:
• Possibilità di lavoro simultaneo di più persone sullo stesso file DWG.
• Memorizzazione della storia del file e conseguente confronto tra versioni e la possibilità di ritornare ad una versione precedente.

L’altra grande novità è l’introduzione di un nuovo framework per lo sviluppo di applicazioni web legate al formato DWG. Questo garantirà la possibilità di sviluppare visualizzatori e applicazioni mobile per la visualizzazione e l’editazione del formato DWG.

Non solo DWG

Grazie al successo ottenuto con il formato DWG, l’ODA nel corso degli anni è cresciuta e ha esteso il progetto iniziale (garantire l’interscambio dei dati tra i vari CAD) ad altri formati, introducendo il supporto dapprima al formato DGN (Microstation – Bentley Systems) e successivamente ad altri formati. I formati completamente o parzialmente supportati al momento dalle librerie ODA sono oggi DWG, DXF, PDF, PDF 3D, OBJ, STL, DGN, RVT, RFA, IFC, NWD, NWF, NWC.

BIM e formato IFC

Il BIM sta arrivando prepotentemente sul mercato. Anche in Italia l’introduzione del BIM è un passaggio obbligato. Il DM 560 del 1° dicembre 2017, attuativo del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), definisce le modalità e i tempi di progressiva introduzione del modello in Italia.
Un altro progetto di grande importanza annunciato dal consorzio è la creazione di un team per lo sviluppo di un toolkit per il formato IFC (Industry Foundation Classes). La sigla IFC indica un formato aperto per l’interscambio dei dati nell’industria AEC (architecture-engineering-construction) ed è di fatto il formato standard per il mondo del BIM ed è registrato dall’ISO con lo standard ISO 16739:2013.
Lo sviluppo di questo toolkit offrirà ai membri del consorzio la possibilità di leggere e scrivere il formato IFC e garantire così all’utilizzatore finale strumenti di condivisione dei progetti CAD a collaboratori e stazioni appaltanti.

Revit

Il supporto ai files di Revit, iniziato lo scorso anno, è stato migliorato. Le API consentono la lettura del formato Revit fino alla versione 2011. In fase di salvataggio viene salvato il formato 2019.

Navisworks

ODA ha annunciato la creazione di un gruppo di lavoro per garantire l’interoperabilità dei file di Navisworks. Navisworks è un ottimo prodotto Autodesk per il review dei progetti, in grado di assemblare modelli di grandi dimensioni. Consente a ingegneri, architetti e stakeholders di condividere, visualizzare e verificare i modelli. Navisworks produce vari formati (NWD, NVC, NWF) e ODA ha iniziato lo sviluppo di una libreria di funzionalità per la lettura e scrittura di questi formati. Questo favorirà la diffusione e lo scambio del formato tra varie soluzioni.

Il progetto “Exchange”

ODA quest’anno ha aperto un nuovo fronte introducendo il progetto “Exchange” per la creazione di API di conversione tra i vari formati CAD supportati dal consorzio. Questo offrirà ai membri del consorzio la possibilità di creare nuove e migliori applicazioni per lo scambio dei file CAD.