Questo sito o i servizi terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

  • info@qsinformatica.it

  • +39 0521 942366

Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username *
Password *
Ricordami

Crea un nuovo account

I campi contrassegnati con asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Username *
Password *
Verifica password *
Telefono *
Ragione Sociale *
Email *
Verifica email *
Captcha *

OBBIETTIVI CHIARI E SINERGIA

Era il 2004 quando Emmequ scelse QS Informatica come partner per curare lo sviluppo della parte CAD. Tramite l’applicativo meccanico Top e il Pdm Data&Drawings, l’ufficio tecnico di Emmequ cominciava a strutturarsi per dare vita ad un metodo di lavoro di successo. Erano gli anni della progettazione 2D e delle prime personalizzazioni sugli applicativi QS, tutte create in modo da poter sviluppare utilities “ad-hoc” per i prodotti Emmequ. Nell’anno 2010 la grande svolta con il passaggio alla progettazione 3D di Inventor. Ma la decisione più importante doveva ancora venire: era l’anno 2011 quando Corrado Modernelli, l’amministratore delegato dell’azienda, sviluppò il progetto che porterà Emmequ a raggiungere un livello di qualità di progettazione ancor più alta.

Il suo obbiettivo era quello di velocizzare e ottimizzare la produzione. Si iniziò dalla parte CAD lavorando sulla parametrizzazione dei modelli 3D della parte CAD e del flusso mettendola in comunicazione con una macchina in grado di produrre autonomamente i prodotti Emmequ.

Una scelta coraggiosa che all’inizio sembrava più semplice a dirsi che a farsi, perché, come ogni cambiamento, rappresentava un rischio, non da tutti interpretato da subito come una nuova opportunità di crescita. Nonostante qualche riluttanza, si andrò avanti per il raggiungimento dell’obiettivo prefissato.
Bisognava trovare i partner giusti per questa scommessa e nel giro di pochi mesi la strada era tracciata;

QS Informatica si sarebbe occupata della parte CAD e la ditta FOM della parte di creazione del macchinario.
La sinergia delle 3 aziende fu decisiva per dare vita ad un netto cambiamento. Una forte collaborazione costante ha portato alla realizzazione di questo grande progetto.


Corrado Modernelli sapeva ciò che voleva ottenere da tutto questo:

• automatizzare la produzione per ottenere maggior precisione nella realizzazione dei prodotti;
• ridurre i tempi di produzione;
• liberare risorse preziose per l’azienda e ricollocarle;
• innalzare la qualità di lavoro dell’ufficio tecnico e della produzione;
• diminuire i costi di formazione data la semplicità di utilizzo della macchina FOM;
• ridurre gli sfridi di materiale.